Home Cronaca Cronaca Reggio Emilia

Reggio Emilia: corruzione e turbativa d’asta, 26 arresti

0
CONDIVIDI
Reggio Emilia, corruzione, turbativa d'asta 26 dirigenti arrestati

Sono 26 i dirigenti comunali di Reggio Emilia accusati di corruzione e turbativa d’asta dalla Guardia di Finanza. Un giro di affari che valeva 27 milioni di euro sviluppatosi negli anni 2016 e 2017.

Gli avvisi emessi sono stati notificati dalle Fiamme Gialle, perché a giugno 2019 erano scattate perquisizioni negli uffici del municipio e negli studi di professionisti indagati. Nel giugno 2019 erano 15 le persone avvisate dell’indagine.

Nel mirino ci sono gli appalti pubblici in cui sarebbero emerse presunte irregolarità in diversi settori. La più cospicua ammontava a 25 milioni per l’affidamento della gestione della sosta, servizi di trasporto scolastico, controllo Ztl e bike-sharing.

Dalle indagini della Guardia di Finanza si trovano versamenti di denaro o favori elargiti da società verso dirigenti pubblici compiacenti. In alcuni casi sono stati costruiti bandi ad hoc per consorzi locali, in altri appalti si escludevano i vincitori delle gare tramite forzature sui bandi. ABov