Home Sport Sport Modena

LA CARICA DELLA FERRETTI PRONTA A RIPARTIRE CON LIU-JO MODENA

0
CONDIVIDI

MODENA.16 MAG. Da poche ore Francesca Ferretti è ufficialmente la regista scelta per la nuova Liu•Jo Modena che sta nascendo. La palleggiatrice reggiana ha rinnovato per due stagioni il suo contratto ed è pronta a dare il massimo per raggiungere quei risultati che il club bianconero ha solo sfiorato in queste sue prime due stagioni di vita. “Come avevo detto allora sono stata molto contenta della chiamata che ho ricevuto a marzo da Modena – racconta Francesca –. Quando ho ricevuto a fine stagione anche la proposta di rimanere mi sono presa il mio tempo, quando si parla di scegliere una squadra bisogna sempre riflettere, ma ci ho impiegato pochi giorni e poi ho detto di sì. Avevo capito subito che ero finita in una società molto seria ed ambiziosa, come poche altre in Italia ora. Dopo qualche colloquio con Carmelo Borruto ho deciso di dire di sì”.

Sarà una squadra ancora in parte rinnovata quella che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo campionato, ma l’obiettivo come la stessa Ferretti racconta è quello di scalare ancora qualche gradino verso l’alto: “La squadra riparte da una sua base, la mia esperienza mi dice che per vincere servono progetti e capacità quindi dovremo avere una squadra ancora più competitiva, ma in ogni caso sarà difficile perché anche altre avversarie vogliono fare bene. Avremo un bel mix di gioventù ed esperienza poi per vincere serve anche la fortuna, speriamo di averne perché quest’anno ne abbiamo avuta poca”.

Fortuna che evidentemente anche la palleggiatrice classe ’84 non ha avuto rientrando in Italia dopo l’esperienza in Azerbaijan: “Anche per me ce n’è stata poca, però gli infortuni sono cose che capitano. Forse se fosse successo in un altro momento non sarebbe stato un problema, ma a questo punto l’unico obiettivo è buttarmi alle spalle la stagione passata. Penso che dopo qualcosa di non bello arrivi sempre qualcosa di buono, sono fiduciosa e speranzosa, il mio obiettivo è fare bene poi da lì a vincere servono tante componenti, non è così scontato. Voglio fare bene e divertirmi prima di tutto”.