Home Spettacolo Spettacolo Ferrara

IL LAGO DEI CIGNI OVVERO IL CANTO AL TEATRO COMUNALE DI FERRARA

1
CONDIVIDI
balli

balliFERRARA. 13 NOV. La nuova produzione del Balletto di Roma in scena in prima assoluta  venerdì 14 novembre alle 15 e sabato 15 novembre alle 21 al Teatro Comunale di Ferrara “Claudio Abbado”.

Una nuova, originale versione del più celebre fra i balletti romantici. A firmarla è Fabrizio Monteverde, maestro del dance-drama post romantico, unanimemente riconosciuto come uno dei più rappresentativi coreografi italiani contemporanei. Originale la proposta di Monteverde, che unisce il capolavoro musicato da Čajkovskij alle suggestioni di Anton Čechov, che nel 1887 scrisse l’atto unico Il Canto del Cigno, racconto di un attore sulla via del declino.

Il balletto narra la vicenda di quattordici danzatori la cui buona stella è ormai tramontata, vecchie glorie riunitesi per provare un’eventuale messa in scena del Lago dei Cigni. Come l’anziano protagonista di Čechov – un’“anima fredda e buia” che si nutre di ricordi – anche i personaggi di Monteverde, incapaci di rassegnarsi al decadimento fisico, inseguono disperatamente la definitiva consacrazione artistica; e intravedono proprio nel Lago, titolo per eccellenza nel repertorio del grande balletto classico, l’ultima possibilità di confrontarsi con se stessi, con i propri limiti e con l’inarrestabile scorrere del tempo.

In questa nuova coreografia Monteverde si cimenta con una riflessione sul sottile, ambiguo rapporto che lega inscindibilmente arte e vita; una riflessione sul teatro, le sue mode, illusioni e follie, ma anche sulla vita, gli anni che passano e l’arte dello stare in scena.

Fabrizio Monteverde che ha collaborato con il Balletto di Toscana diretto da Cristina Bozzolini ,  nella sua carriera ha lavorato con le compagnie del San Carlo di Napoli, Arena di Verona, Carlo Felice di Genova, Opera di Roma, Regio di Torino, La Scala di MilanoBallet Linz di Robert Poole, Steptext di Brema e Jan Kodet a Praga. Mentre il Balletto di Roma ha visto il susseguirsi di prestigiose collaborazioni e molteplici anime creative come Andre De la Roche, Raffaele Paganini e Monica Perego. Dopo aver festeggiato nel 2010 mezzo secolo di attività, il Balletto di Roma prosegue nella sua ricerca di un futuro fatto di tradizione e vocazione, storia ed espressione senza tempo, confermando la comprovata posizione di leader nel panorama della danza italiana.

I costumi di questo spettacolo  sono firmati da Santi Rinciari, luci di Emanuele De Maria. Francesca Camponero

Info: www.teatrocomunaleferrara.it – tel 0532 202675

Comments are closed.