Home Cronaca Cronaca Parma

Coronavirus | Prima vittima in Emilia Romagna: è un 70enne

0
CONDIVIDI
Coronavirus | Prima vittima in Emilia: è un 70enne

Risultato positivo anche il sindaco di un comune del piacentino

C’è stato un primo decesso da coronavirus nella nostra regione l’ EmiliaRomagna. A darne notizia è la Regione.

Si tratta di un paziente 70enne, cittadino lombardo, “già affetto da importanti patologie pregresse”.

L’uomo proveniva da uno dei comuni della ‘zona rossa’ lombarda, era stato ricoverato all’ospedale di Piacenza e, poi, trasferito in terapia intensiva a Parma.

Sono quattro i nuovi casi di positività in regione, di cui due a Piacenza e due nella provincia di Modena.

Sale così a 30 il numero dei casi sulla Emilia: 20 a Piacenza, 4 a Parma, 5 a Modena e 1 a Rimini.

Si tratta, spiega la Regione con una nota “di contagi riconducibili al focolaio lombardo, nessuno di questi è in condizioni critiche”.

Posto di blocco dei carabinieri in una ‘zona rossa’

Per quanto riguarda le condizioni degli altri casi positivi rilevati nei giorni scorsi, “due soli sono in terapia intensiva, 14 ricoverati in condizioni non critiche presso i reparti di malattie infettive e 13 – di cui 9 asintomatici – si trovano in isolamento al proprio domicilio”.

Fra i contagiati c’è anche Pietro Mazzocchi, sindaco di Borgonovo Valtidone, sulle colline del piacentino. Lo ha confermato lui stesso questa mattina.

Anche il figlio di Mazzocchi è risultato positivo e sarebbe entrato in contatto con un amico di Codogno con il quale avrebbe fatto una vacanza ad Amsterdam.

Le condizioni di padre e figlio non sono allarmanti. Mazzocchi ha anche spiegato che sta anche ricostruendo un elenco delle persone che ha incontrato in questi ultimi giorni e che metterà a disposizione delle autorità sanitarie piacentine.

Nel mentre restano chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado fino al 1 marzo.

Bloccate anche tutte le manifestazioni ed eventi ed ogni forma di aggregazione in luogo pubblico o privato, le gite di istruzione e i concorsi.

In caso di sintomatologia con febbre e problemi respiratori. La raccomandazione è di non recarsi direttamente al Pronto Soccorso, ma contattare o il 1500 – il numero nazionale messo a disposizione dal ministero della Sanità – o il proprio medico di medicina generale o, in caso di emergenza, il numero 118.

L’Asl di Piacenza per informazioni ai cittadini piacentini ha attivato il numero 0523 317979 che si può chiamare dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18 e il sabato dalle 8 alle 13.

Il nuovo numero verde della Regione: 800 033 033.